MasterChef Italia, la versione italiana del talent show culinario

Il talent show culinario MasterChef, ideato dal regista britannico Franc Roddam, fu mandato in onda per la prima volta dalla BBC nel 1990. In seguito ad un rinnovamento del programma, effettuato a partire dal 2005, il talent venne lanciato anche all’estero, raggiungendo una diffusione di dimensioni mondiali.

MasterChef Italia

La versione italinana del talent show britannico, denominata MasterChef Italia, approda nel bel paese nel 2011. Al timone del programma prodotto da Magnolia si pone la regia di Umberto Spinazzola.

La prima stagione di MasterChef Italia, andata in onda tra il 21 settembre e il 7 dicembre del 2011, venne trasmessa dal canale televisivo Cielo e, per quel che concerne le repliche, dall’emittente Sky Uno. Le successive 4 stagioni del talent show culinario sono andate in onda su Sky Uno HD. E’ possibile visionarlo su Sky Online in versione streaming.

MasterChef Italia si caratterizza per l’assenza di conduttori, sono infatti le voci fuori campo di Luisa Ziliotto e di Simone D’Andrea a commentare le sfide degli aspiranti chef e le valutazioni dei giudici del talent.
La giuria che ha il compito di stilare un giudizio sulle capacità dimostrate dai concorrenti durante le prove di valutazione si compone inizialmente di 3 giudici: i due cuochi Carlo Crocco e Bruno Barbieri e il ristoratore Joe Bastianich, già noto al grande pubblico per aver rivestito il medesimo ruolo nella versione statunitense di MasterChef.

sempre più successo

Le prove di MasterChef Italia

La prova denominata Mystery box, come sottolineato dal nome stesso, riguarda il contenuto delle scatole che, riempite con alcuni ingredienti, vengono fornite ai concorrenti per la preparazione di un piatto da realizzare avendo a disposizione 45 minuti di tempo. Gli aspiranti chef possono utilizzare, a seconda delle situazioni, tutti gli ingredienti della scatola o solamente alcuni di essi.

Talvolta sono costretti a realizzare il piatto adoperando un unico ingrediente.
Invention test è la prova che verte sulla creazione di un piatto attenendosi ad un preciso tema proposto dai giudici. Il vincitore della precedente prova parte avvantaggiato: gli è consentito di usufruire di un tempo maggiore per la scelta degli ingredienti rispetto agli altri concorrenti.

Nella prova chiamata Sfida esterna sono due squadre a contendersi la vittoria che si raggiunge riuscendo a preparare delle pietanze da servire in situazioni particolari.
La squadra che perde la sfida va incontro al Pressure test. La sfida richiede il superamento di varie situazioni, come la capacità di indovinare di quali ingredienti si compone un piatto, mediante l’assaggio della pietanza o la sua semplice visione, o la preparazione di un piatto da effettuarsi in tempi ristretti.

Il concorrente che non riesce a superare tali prove passa alla prova del Duello, dove sarà costretto a sfidare il concorrente che non ha saputo destreggiarsi al meglio nella prova dell’Invention test.

Il successo di MasterChef Italia

Il successo della versione italiana del programma culinario britannico ne ha determinato la diffusione in varie edizioni nazionali sui canali Sky, oltre ad avere costituito lo spunto di partenza per la realizzazione di numerose parodie.

Dal 16 aprile del 2013 ha inoltre preso avvio la versione italiana di Junior MasterChef, dove i concorrenti, che hanno un’età compresa tra gli 8 e i 13 anni, sono seguiti dai giudici Bruno Barbieri e Alessandro Borghese.

admin