Serie tv, un fenomeno che vale miliardi di dollari

Se ci si sofferma su quali siano i prodotti su cui puntano maggiormente le pay tv, ci si rende conto che la maggior parte dell’offerta di Sky o Mediaset Premium è sulle serie tv. Se fino a qualche anno fa si puntava sulle prime visioni di film di grandi registi, adesso l’attenzione è tutta sulle serie tv che attirano sempre più spettatori i quali restano fedeli nel corso degli anni. Ma qual è il loro segreto?

I punti di forza delle serie tv

Se si pensa a una delle tante serie tv in programmazione in questi anni ciò che emerge è che tanti ne sono diventati fortemente dipendenti. Ma come è mai possibile? Semplice: le serie tv sanno, grazie alla bravura degli sceneggiatori e dei registi, tenere alta la suspense del telespettatori grazie a singoli episodi che durano circa 45 minuti (solo in alcuni casi arrivano ai 60 minuti) e che lasciano nei minuti finali sempre qualcosa in sospeso.

E’ perciò inevitabile non desiderare di vedere il prossimo episodio per capire come andrà a finire. Inoltre, vi è la possibilità di affezionarsi ai singoli personaggi, arrivando quasi a conoscerli perfettamente nel corso delle varie puntate e stagioni, grazie alla professionalità degli sceneggiatori che riescono a scavare in fondo alle personalità e a far emergere i lati anche più oscuri dell’io del personaggio stesso.

L’evoluzione delle serie tv

Nel corso degli anni le serie tv si sono evolute: si è passati dall’eroe singolo come in Walker Texas Stranger con Chuck Norris ad un individuo che agisce e si muove in gruppo per difendere quella che è la propria realtà da tutte le minacce che provengono dall’esterno. E anche le trame e il racconto stesso sono divenuti più complessi anche perchè la presenza delle pay tv e quindi di un pubblico pagante ha portato gli sceneggiatori a creare nuovi temi. punti di forza delle serie tv

Ed ecco che si pensa subito a Sex and The City in cui per la prima volta quattro donne parlano senza problemi dei loro problemi legati alla sessualità. Ma a cambiare non è solo il linguaggio: si passa infatti da 20 episodi ad appena 10, creando così delle serie e stagioni infinite. Basti pensare all’affermato Grey’s Anatomy che è giunto alla sua dodicesima stagione e ha fatto impazzire tutti con la storia d’amore tra Meredith e Derek.

Un’altra novità che ha caratterizzato (e sta caratterizzando) le serie tv degli ultimi anni è la presenza nel cast di grandi nomi del cinema che hanno captato l’importanza di questo fenomeno mondiale e hanno scelto di abbandonare il grande schermo per dedicarsi alle serie tv, molto più impegnative, ma sicuramente più importanti a livello di immagine e capaci di offrire personaggi che il cinema non è in grado di regalare.

E così ci si è ritrovati di fronte alla presenza di Matt Dillon in Wayward Pines o di Kevin Bacon in The Following o di Kevin Spacey in House of Cards. Infine con l’avanzare di altri media e dei social network il mondo delle serie tv si è evoluto e adeguato ai cambiamenti: ed ecco che nasce la serie tv di successo The Walking Dead che prende spunto dai fumetti di Robert Kirkman. Una continua evoluzione che sembra non voler arrestarsi.

Le più famose serie tv 

Se si parte da lontano, una delle più famose serie tv negli anni Novanta è stata X-Files con gli agent Fox Mulder e Dana Scully: la coppia ritornerà insieme per sei nuovi episodi di X-Files il prossimo 24 gennaio.

Poi c’è stata tutta la serie di telefilm dedicati al mondo dell’adolescenza, come Beverly Hills 90210, Melrose Place, Dawson’s Creek. Nel 2004 arriva Lost, la serie tv che rivoluziona tutto e che con i suoi misteri, i suoi flashback e flashforwards ha tenuto incollati alla tv i suoi telespettatori per ben 6 stagioni. Subito dopo arriva Grey’s Anatomy: non è la solita serie tv dedicata al mondo della medicina, è qualcosa di più. Tant’è che ancora oggi continua ad andare in onda per la sua dodicesima stagione.

Negli ultimi anni sono i vampiri e gli zombie a fare da padrona: tutto inizia con The Vampire Diaries, poi True Blood e The Originals. E poi esplode The Walking Dead, la serie tv che narra di un gruppo di sopravvissuti ad un virus che trasforma gli uomini in zombie e che di recente ha visto nascere anche un suo spin off, Fear The Walking Dead. Un’evoluzione nei temi e nei personaggi che non fa ben capire cosa riserva il futuro delle serie tv. Di sicuro continuerà ad essere roseo.

admin